25 maggio 2016 Chiara Bilotta

Dimensione Start-up: partire leggeri con il metodo Lean Start-up

Dimensione Start-up” è un breve viaggio in 3 insights alla scoperta dell’affascinante mondo delle “start-up”.

In questo secondo insight parleremo della metodologia Lean Start-up. L’assioma fondamentale è : l’innovazione più utile è quella di cui c’è già un reale bisogno da parte degli utenti, tutto il resto – se non soddisfa un bisogno – si rivela uno spreco. Anzi l’idea base dell’approccio Lean è proprio quella di aumentare l’efficienza di un processo produttivo riducendo o eliminando qualsiasi tipo di spreco come, ad esempio, spese e attività superflue o risorse accessorie e non indispensabili.

Ad introdurre per la prima volta nel mondo dell’imprenditoria start-up il metodo Lean è stato l’imprenditore americano Eric Ries, è stato proprio lui a portare avanti l’idea che tutto quello che non concorre a soddisfare un reale bisogno espresso dal mercato si rivela un inutile spreco. E per spreco intendiamo la creazione di un prodotto – o di un servizio – che nessuno vuole e che quindi non apporterebbe alcuna innovazione o miglioramento significativo nel settore di riferimento.
Il processo operativo del metodo Lean si inserisce in un ciclo anche noto come ciclo build, measure, learn (costruisci, misura, impara) ovvero:
BUILD: costruisci il tuo prodotto/servizio nel più breve tempo possibile;
MEASURE: misura i risultati che ottieni;
LEARN: impara dai dati ottenuti come potresti migliorare il tuo prodotto.

Secondo i principi del metodo Lean Startup niente è vero finché non è passato attraverso il meccanismo di “build-measure-learn” e l’idea non può iniziare a concretizzarsi senza aver prima verificato che il problema esista davvero, sia avvertito dal target selezionato e sia abbastanza forte al punto da portare con sé il bisogno di essere risolto.
Nell’ottica di riduzione degli sprechi è fondamentale nel processo di sviluppo di un prodotto alimentare un flusso continuo di feedback tra la start-up e i suoi clienti per garantire un apprendimento costante e verificare ogni singola ipotesi alla base dell’idea di business.

L’approccio Lean – teorizzato nel libro di Eric Ries “Partire Leggeri. Il metodo Lean Start-up: innovazione senza sprechi per nuovi business di successo”  – consente all’imprenditore di partire con leggerezza, senza fronteggiare tempi e costi eccessivi, testando la propria visione di business attraverso un’interazione continua con l’ambiente e il mercato, adattando i propri prodotti/servizi ai reali desideri dei clienti e destinando – in virtù di tali scelte- l’idea imprenditoriale a maggiori probabilità di successo.

Quello teorizzato da Ries è un approccio radicale per il lancio di tutte le iniziative innovative – siano imprese esordienti o progetti nuovi all’interno di grandi aziende già avviate – che aiuta a varcare la nebbia dell’incertezza rilevando un percorso verso un business sostenibile, con minori tempi e costi e, soprattutto, con meno rischi di fallire.

 

We 💙 SOCIAL SHARING…and you?  FacebookTwitterGoogle+LinkedIn